_Un posto chiamato Quì

C'è solo una cosa più frustrante del non riuscire a trovare qualcuno, ed è non essere trovati. La cosa che vorrei di più è che qualcuno mi trovasse… [Un posto chiamato qui, Cecelia Ahern

Archivi per il mese di “settembre, 2007”

He moved in the Silence

 
 
Ti sento nell’aria che è cambiata
che anticipa l’estate
e che mi strina un po’
io ti sento passarmi nella schiena
la vita non è in rima
per quello che ne so
 
 
 
**********
Ti sento nell’aria che è cambiata
che anticipa l’estate
e che mi strina un po’
io ti sento passarmi nella schiena
la vita non è in rima
per quello che ne so
 
 
************
 
Qui con la vita non si può mai dire
arrivi quando sembri andata via
ti sento dentro tutte le canzoni
in un posto dentro che so io
 
°°°
 
ti sento
e parlo di profumo
t’infili in un pensiero
e non lo molli mai
***********
 
io ti sento
al punto che disturbi
al punto che è gia tardi
rimani quanto vuoi qui con la vita non si può mai dire
arrivi quando sembri andata via
ti sento dentro tutte le canzoni
In un posto dentro che so sempre io
 
 
**************
 

 
 
 
 
 
 
 

Sui pensieri di Susanna Tamaro

 
 

Una lunga amicizia porta gli stessi identici segni di una tazza annerita dal tempo;
ci sono incrinature e ombre negli oggetti quotidiani così come
ci sono momenti di incrinatura e ombra nelle amicizie.
Per non gettare via una tazza, come per costruire una amicizia, ci vogliono
due sentimento ormai inusuali ma importantissimi come la pazienza e la fedeltà.
La pazienza per il suo ruolo somiglia ad un mattone, la fedeltà ad una radice.
la pazienza è l’antidoto alla fretta, la fedeltà quello al consumo.
Se penso a loro come ad una immagine fisica penso a dei piccoli mattoni oppure a delle radici.
Con i mattoni si costruisce, grazie alle radici si cresce.

 

Bisogna diventare cercatori di speranza…
bisogna diventare diffusori di gioia, coltivarla in noi ed espanderla all’esterno.

"Il cuore è come la terra, metà illuminato dal sole e metà in ombra."
da: "Va dove ti porta il cuore".

La bontà è un cammino estremamente severo
e, nella sua severità, conosce l’urgenza della discrezione. E della forza.
Perché la bontà, come l’amore, richiede forza, la grande e immensa forza dello Spirito.

Io sono convinta che la scrittura
non serva per farsi vedere ma per vedere.

Scrivere è uno dei sistemi più semplici e più profondi
per fare chiarezza dentro di sé e
per tramandare la memoria delle nostre esistenze.

 

Scandalizzare i bambini vuol dire presentare loro
un mondo senza alcuna luce, né gioia, né poesia.
Vuol dire spegnere in loro la speranza,
la capacità di immaginare un sentire diverso…

Ti ricordi il proverbio indiano… diceva pressappoco così:
"Ogni volta che vuoi giudicare qualcuno, cammina prima per tre lune nei suoi mocassini."
Dobbiamo diventare dei grandi camminatori non credi?
Camminare, camminare e camminare ancora, uno a fianco dell’altro,
scambiandosi le scarpe, uno nelle scarpe dell’altro.
Camminare pensando al giorno in cui siamo venuti al mondo e a quello in cui ce ne andremo.
Camminare accanto alla fragilità, nella nudità senza toghe, senza indici levati.
Dobbiamo camminare per costruire un mondo la cui base non siano piu’ il giudizio
e il pregiudizio, ma l’umiltà e la comprensione.

 

 
 
Per leggere le frasi…
…dovete scorrere ….
 

silence

 
 
 
Dietro queste scatole
apparentemente vuote
è in silenzio che ti parlo.
La mia voce vuole arrivare al tuo cuore
ma forse son arrivati prima i miei pensieri.
perchè è un soffio che ci unisce
e il filo che ci collega è proprio lui..
il silenzio.
Il silenzio della voce,
il silenzio dei gesti,
che lascia parlare cio’
che troppo spesso rimane..
in silenzio.

Forse..

 
 
Forse ..
Rientra nell’ordine delle cose…
 
 
 Ho trovato le mie risposte….
 
 
 
                            …. il mio meglio …..
 
 
 
 
 

e chissà……

 
 
  *e chissà se hai imparato a fregare il dolore
 
…  se sei felice …..
 
 
 
 
 
chissà se sei stata amata
chissà se la tua ferita
   chissà se poi è guarita
                                                                                                                                                                                     
      in questo  lampo di vita
             che ci sembrava infinita  … *
 
 

Da Paulo Coelho…..

 
Tu non hai bisogno di fingere che sei forte,non devi sempre dimostrare che tutto stia andando bene,non puoi preoccuparti di ciò che pensano gli altri,

Se ne avverti la necessità,Piangi,perché è bene che tu pianga fino all’ultima lacrima,poiché soltanto allora potrai tornare a sorridere 

 

 

 

 

 

єѕιєяσ υи ѕσgиσ

 

 

Ci sono giorni…

 
 
……………………………
 
Ci sono giorni che è meglio 
Sognare di Vivere
che Vivere…

Ci sono giorni che è meglio
Vivere per Vivere
che per Sognare…

…io sono così…
sempre il bilico tra sogno e realtà…

*Vasco Rossi*

………………………………………..

Wake me up when September ends!

Settembre.
E’ arrivato Settembre.
Passano questi mesi,ma i dubbi e le incertezze rimangono.
e cosa ne è rimasto?
Non so se cogliere briciole o metterle insieme per possa ancora nascere qualcosa.
Avrò concluso qualcosa?
Non so se le mie parole,i miei gesti,i miei sentimenti possano cambiare la realtà.
Che ne sarà ora?
Cosa mi aspetta questa parte di periodo…
di cose non chiarite o confuse.
Voglio realizzare un desiderio 
 
 
 
Intanto Settembre è arrivato……
questo è un desiderio avverato…
 
 
 
e poi?
 

Navigazione articolo