_Un posto chiamato Quì

C'è solo una cosa più frustrante del non riuscire a trovare qualcuno, ed è non essere trovati. La cosa che vorrei di più è che qualcuno mi trovasse… [Un posto chiamato qui, Cecelia Ahern

Archivi per il mese di “aprile, 2008”

Più dei tramonti

 
"Più dei tramonti, più del volo di un uccello, la cosa meravigliosa in assoluto è una donna in rinascita.
Quando si rimette in piedi dopo la catastrofe, dopo la caduta. Che uno dice: è finita. No, finita mai, per una donna.

Una donna si rialza sempre, anche quando non ci crede, anche se non vuole.

Non parlo solo dei dolori immensi, di quelle ferite da mina anti-uomo che ti da la morte o la malattia.
Parlo di te, che questo periodo non finisce più, che ti stai giocando
l’esistenza in un lavoro difficile, che ogni mattina è un esame, peggio che a scuola.
 
Te, implacabile arbitro di te stessa, che da come il tuo capo ti guarderà deciderai se sei all’altezza o se ti devi condannare.
Così ogni giorno, e questo noviziato non finisce mai. E sei tu che lo fai durare.
 

Oppure parlo di te, che hai paura anche solo di dormirci, con un uomo; che sei terrorizzata che una storia ti tolga l’aria, che non flirti con nessuno perché hai il terrore che qualcuno s’infiltri nella tua vita. Peggio: se ci rimani presa in mezzo tu, poi soffri come un cane.

 

Sei stanca: c’è sempre qualcuno con cui ti devi giustificare, che ti vuole cambiare, o che devi cambiare tu per tenertelo stretto. Così ti stai coltivando la solitudine dentro casa. Eppure te la racconti, te lo dici anche quando parli con le altre: "Io sto bene così. Sto bene così, sto meglio così". E il cielo si abbassa di un altro palmo.

Oppure con quel ragazzo ci sei andata a vivere, ci hai abitato Natali e Pasque.

In quell’uomo ci hai buttato dentro l’anima; ed è passato tanto tempo, ce ne hai buttata talmente tanta di anima, che un giorno cominci a cercarti dentro lo specchio perché non sai più chi sei diventata.

Comunque sia andata, ora sei qui e so che c’è stato un momento che hai guardato giù e avevi i piedi nel cemento. Dovunque fossi, ci stavi stretta: nella tua storia, nel tuo lavoro, nella tua solitudine. Ed è stata crisi. E hai pianto.

 

Dio quanto piangete!

Avete una sorgente d’acqua nello stomaco. Hai pianto mentre camminavi in una strada affollata, alla fermata della metro, sul motorino. Così, improvvisamente. Non potevi trattenerlo. E quella notte che hai preso la macchina e hai guidato per ore, perché l’aria buia ti asciugasse le guance? E poi hai scavato, hai parlato.

Quanto parlate, ragazze!

Lacrime e parole. Per capire, per tirare fuori una radice lunga sei metri che dia un senso al tuo dolore. "Perché faccio così? Com’è che ripeto sempre lo stesso schema? Sono forse pazza?" Se lo sono chiesto tutte. E allora vai giù con la ruspa dentro alla tua storia, a due, a quattro mani, e saltano fuori migliaia di tasselli. Un puzzle inestricabile. Ecco, è qui che inizia tutto. Non lo sapevi? E’ da quel grande fegato che ti ci vuole per guardarti così, scomposta in mille coriandoli, che ricomincerai. Perché una donna ricomincia comunque, ha dentro un istinto che la trascinerà sempre avanti.

Ti servirà una strategia, dovrai inventarti una nuova forma per la tua nuova te. Perché ti è toccato di conoscerti di nuovo, di presentarti a te stessa. Non puoi più essere quella di prima. Prima della ruspa. Non ti entusiasma? Ti avvincerà lentamente.

Innamorarsi di nuovo di se stessi, o farlo per la prima volta, è come un diesel.

Parte piano, bisogna insistere. Ma quando va, va in corsa. E’ un’avventura, ricostruire se stesse. La più grande. Non importa da dove cominci, se dalla casa, dal colore delle tende o dal taglio di capelli. Vi ho sempre adorato, donne in rinascita, per questo meraviglioso modo di gridare al mondo "sono nuova" con una gonna a fiori o con un fresco ricciolo biondo. Perché tutti devono capire e vedere: "Attenti: il cantiere è aperto. Stiamo lavorando anche per voi. Ma soprattutto per noi stesse".

Più delle albe, più del sole, una donna in rinascita è la più grande meraviglia.
Per chi la incontra e per se stessa. È la primavera a novembre. Quando meno te l’aspetti".

 
(Jack Folla)

 

5 anni e sembra ieri,ma è diverso.Ciao Nò!

[[..la mia casa è la mia pelle ]]
il mio tetto son le stelle
[[le coperte sono i sogni miei]]

 

Da .Io,la ragazza e la gente. Claudio Baglioni

Chissà chi è..

"chiudi gli occhi … segui il cuore …
la mente conduce a scelte che cercano risposte e perchè che non sempre ci sono … il cuore ascolta ma non con le orecchie, vede ma non con gli occhi,sfiora ma non con le mani … un cuore che ruggisce all’amore non lo plachi neppure durante il sonno … puoi sì sviarne il pensiero … ma lui nei momenti meno impensati ruggisce e il suo ruggito salassa di vita … quando ti accorgi che colui, per il quale batte il tuo cuore, non c’è più …
affidati al cuore e ascoltalo con autenticità … lui non dirà il giusto o lo sbagliato da fare e non fare … ti dirà di fidarti e affidarti, di seguirlo … prenditi il tempo di ascoltarti … questo sfogo è tempo prezioso per leggerti dentro … la vita insegna che tutto non torna e vivere di rimpianti è un pò morire dentro giorno per giorno
"

-Anonimo,o un angelo informatico-

 
Dolce Notte e zuccherosi sogni!

Sei.. Sono..

 
Sei la delirante gioventù dell’ape, l’ebbrezza dell’onda, la forza della spiga
 
[Pablo Neruda]

Lo Zahir

Non mi pento dei momenti in cui ho sofferto, porto su di me le cicatrici come se fossero medaglie, so che la libertà ha un prezzo alto, alto quanto quello della schiavitù. L‘ unica differenza è che si paga con piacere, e con un sorriso – anche quando quel sorriso è bagnato dalle lacrime."

"Soffrirò giorno e notte, notte e giorno. E questo potrà durare settimane, mesi, forse anche più di un anno. Finchè una mattina, al risveglio, mi renderò conto che sto pensando a qualcosa di diverso e capirò che il peggio è ormai passato. Il cuore è affranto, ma si riprenderà e riuscirà a scorgere ancora la bellezza della vita. (…) Se qualcuno se ne va è perchè arriverà qualcun altro – io incontrerò nuovamente l’amore."

 

"E’ così che si smarrisce l’amore, allorché si stabiliscono regole precise perchè esso possa manifestarsi."

 

"Le cose importanti restano per sempre. Si perdono solo le cose che noi ritenevamo importanti, ma che in realtà erano inutili"

 

 

Lo Zahir è

 un pensiero

che all’inizio

ti sfiora appena

e finisce per essere

la sola cosa

a cui riesci a pensare.

Il mio Zahir ha un nome.

 

Da"lo Zahir" di paulo coelho

.Per me.

 
 
" Piccola stella, il buio più terribile non è quello che ti circonda, ma quello che abita nel tuo cuore, e la luce più brillante non è quella che risplende fuori, ma quella che brilla nei tuoi occhi, l’unica che sale dal cuore. Lascia che questa luce ti conduca a compiere il tuo destino, e fidati del tuo istinto, non importa cosa dicono gli altri "

 

Questa la dedico a ME

Buona Giornata!

 
 
 
 
".Un bambino può insegnare sempre tre cose a un adulto: a essere contento senza un motivo,
a essere sempre occupato con qualche cosa e a pretendere con ogni sua forza quello che desidera."

[[Paulo Coelho]]

Certe cose le senti… e basta!

 
 
..Io conosco la tua strada
Ogni passo che farai
Le tue ansie chiuse e I vuoti..
..Io conosco I tuoi respiri
Tutto quello che non vuoi..
 

..Per amore,
Hai mai fatto niente
Solo per amore,
Hai sfidato il vento e urlato mai,
Diviso il cuore stesso
Pagato e riscomesso
..?

..Per amore,
Hai mai corso senza fiato
Per amore,
Perso e ricominciato?
E devi dirlo adesso
Quanto di te ci hai messo
Quanto hai creduto tu
In questa bugia
…?

…Per amore,
Hai mai speso tutto quanto, la ragione
Il tuo orgoglio fino al pianto
?

(Andrea Bocelli,Per Amore)

 

"..Io conosco quello che mi fai vedere:Il tuo volere,la tua passione,il tuo lasciarti amare,eppure,se continuo a sfidare i tuoi segreti è perchè Per Amore faccio quello che vorresti,ma non chiedi.."

 

Buona Giornata a tutti..

Certo che leggere queste parole di prima mattina,mette una serenità..!

Il sole,quando sorge

il Sole
quαndo sorge,
sorge pi
αno e poi lα luce si diffonde tutto intorno α noi
le ombre ed i f
αntαsmi dellα notte
sono
αlberi e cespugli αncora in fiore
sono gli occhi di un
α donnα
α
ncorα pieni d’αmore.


(Lucio Battisti: La canzone del sole)

…già non è facile..

 
 
"..E cambiano le cose,cambiano le strade sempre
Io cerco qualche cosa che non cambi o che saprà
cambiare insieme a me.Ma non è cosi facile…"

 
 
 

Navigazione articolo