_Un posto chiamato Quì

C'è solo una cosa più frustrante del non riuscire a trovare qualcuno, ed è non essere trovati. La cosa che vorrei di più è che qualcuno mi trovasse… [Un posto chiamato qui, Cecelia Ahern

Archivi per il mese di “maggio, 2008”

perchè c’è…

"Non puoi fermare la primavera

Anche se hai perso la strada

Il mondo continua a sognare di primavera

Perciò chiudi gli occhi

Ed apri il tuo cuore

A colui che sta sognando di te"

Perché *c’è una stanza nel mio cuore dove vivi solo tu *.

 

 

 

 

11 Minuti

Da "11 Minuti":

Un vigliacco è un essere che non ha mai osato
guardare nel fondo della propria anima,
che non ha mai cercato di scoprire da dove provenga
il desiderio di liberare la fiera selvaggia,
di capire che cosa siano la felicità, il dolore, l’amore:
sono esperienze limite dell’uomo.
E
soltanto chi conosce queste frontiere può dire di conoscere la vita.
Il resto è solo un far passare il tempo,
un ripetere lo stesso esercizio,

invecchiare e morire senza aver realmente saputo che cosa si stava facendo.

Più passa il tempo e più mi rendo conto di quanto il mondo
sia pieno di vigliacchi.

**Magari un giorno poi ,poi me ne pentirò
ma ne valeva la pena riskiare tutto o no?**

Già…Ne sarebbe valsa la pena?

 

 

_So Tired_

Non ti scordar mai di me,di ogni mia abitudine,in fondo siamo stati insieme e non e’ solo un piccolo particolare.

Se fossi qui con me questa sera
Sarei felice e tu lo sai
.
Starebbe meglio anche la luna,
ora più piccola che mai.
Farei anche a meno della nostalgia
Che da lontano
Torna per portarmi via
Del nostro amore solo una scia
Che il tempo poi cancellerà
E nulla sopravviverà.
Non ti scordar mai di me,
di ogni mia abitudine,
in fondo siamo stati insieme
e non è un piccolo particolare.
Non ti scordar mai di me,
della più incantevole fiaba
che abbia mai scritto,
un lieto fine era previsto e assai gradito
.
Forse è anche stata un po’ colpa mia
Credere fosse per l’eternità.
A volte tutto un po’ si consuma,
senza preavviso se ne va.
Non ti scordar mai di me,
di ogni mia abitudine,
in fondo siamo stati insieme
e non e’ solo un piccolo particolare.
Non ti scordar mai di me,
della più incantevole fiaba
che abbia mai scritto,
un lieto fine era previsto e assai gradito
.

Non ti scordar..

Non ti scordar…

Non ti scordar mai di me,
di ogni mia abitudine,
in fondo siamo stati insieme
e non è solo un piccolo particolare.
Non ti scordar mai di me,
della più incantevole fiaba
che abbia mai scritto,
un lieto fine era previsto e assai gradito.

Compagni di strada, allora…

 
 
 

"Per me sei più di una persona, più di un’amica,
più di una ragazza, sei quasi un’idea,
 come Jonathan Livingstone,
ma sei pure vera,
 e arrivi tardi agli appuntamenti proprio come me
 e ti metti il maglione verde anche in giugno
Non è finita vero?
No.
Promesso?
Promesso.
Compagni di strada, allora. "

E.BRIZZI – "Jack Frusciante è uscito dal gruppo" 

A volte…

 
 
 

Ma dov’era arrivata? Nel vuoto.

 
 
 
" Che cos’è che spinge una persona a detestarsi?" "Forse la vigliaccheria.Oppure l’eterna paura di vivere nell’errore,di nn fare ciò che gli altri si aspettano.Qualche attimo fa,ero allegra.[…]poi ho nuovamente preso coscienza della situazione in cui mi trovo,e mi sono spaventata." "Nn può avermelo domandato.Che cosa vuole quella donna?Capire perchè piangevo?Forse nn sa che sono una persona normale,con i desideri e le paure di tutti gli esseri umani,e che una domanda del genere mi può sprofondare nel panico?"Mentre camminava per i corridoi illuminati da una luce fioca,Veronika si rese conto che era troppo tardi:nn riusciva più a controllare la paura."Mi devo controllare.Sono una persona che porta a compimento tutto quello che decide di fare." Nella sua vita,aveva spinto fino alle estreme conseguenze moltissime cose,ma solo tra quelle nn particolarmente importanti,come trascinare dei litigi che si sarebbero risolti con semplici parole di scusa,o nn telefonare più a un uomo di cui era innamorata,pensando che la relazione nn avrebbe condotto a niente.Era stata intransigente solo quando era risultato facile esserlo:per esempio,dimostrando a se stessa la propria forza e la propria indifferenza,anche se in realtà era una donna fragile[…]Aveva debellato i difetti più semplici,per ritrovarsi sconfitta nelle cose importanti e fondamentali.Riusciva ad assumere i tratti della donna indipendente,nonostante avesse un disperato bisogno di compagnia.Dovunque arrivasse,catturava gli sguardi di tutti i presenti:alla fine,però,concludeva la serata da sola,davanti al televisore che nn sintonizzava neppure sui canali migliori.Agli amici aveva dato l’impressione di essere un modello che gli altri dovevano invidiare;aveva sprecato la parte migliore delle sue energie,tentando di essere all’altezza dell’immagine di sè che si era creata nella mente.Per questo nn le erano rimaste forze sufficienti per essere se stessa:una persona che,come tutte,aveva bisogno degli altri per essere felice.Ma gli altri erano così difficili!Avevano reazioni imprevedibili,si circondavano di difese e si comportavano proprio come lei,mostrandosi indifferenti a ogni cosa.Quando compariva qualcuno più aperto nei confronti della vita,o lo respingevano immediatamente,oppure lo facevano soffrire,considerandolo inferiore e ingenuo.Forse,con la sua forza e la sua determinazione,aveva fatto colpo su molta gente.Ma dov’era arrivata?Nel vuoto.
 
In una totale solitudine."
 
 
Da  Veronika decide di morire – Paulo Coelho

Tempi di [cottura]

 
 
 
 
E ho capito che siamo come quelle torte che,
se apri il forno troppo presto, si sgonfiano.
E ho capito che le torte sono buone
solo se hai la pazienza di aspettare.
Di vederle prendere forma e colore.
Col naso schiacciato sul vetro…
ma non oltre.
"Bisogna saper aspettare"
io temo di averti dato tutto.troppo.presto:
non era [ancora] tempo per noi.

 

.Indecisione totale.

 
*È il tempo che passa o è la gente a passare quando non ha saputo trattenere qualcosa di buono nel cuore ? *
 
 ROMANO BATTAGLIA
 
 
 

Ho sassi nelle scarpe e polvere sul cuore,freddo nel sole e non bastan le parole

 

"E se mi guardi, io non ti vedo.
 
Ma mi ricordo del nostro amore"

[Vinicio Capossela]
 
Sotto un cielo di nebbia che cielo non è, è un altro giorno insicuro che io passo con te. E ci troviamo qua tra lampioni e vetrine tra pezzi di scarpe liquori e cucine. E’ stato forse per noia o per mancanza di vino, siamo usciti di casa e andati incontro al destino, destino normale fatto di punch e giornale, di risate spremute e di parole taciute. E’ una giornata senza pretese e non ci succede una volta al mese .Stiamo qua, abbracciati, ad aspettare la sera e se mi guardi io non ti vedo ma mi ricordo del nostro amore, stiamo qua messi qua ad aspettare la sera.. E i miei occhi coi tuoi vanno incontro alla strada sui motori e le luci brilla altera la luna e non parliamo di niente in questa scura pianura. L’auto va dolcemente dentro la notte più scura. E’ una giornata senza pretese e non ci succede una volta al mese. Stiamo qua abbracciati ad aspettare la sera e se mi guardi io non ti vedo ma mi ricordo del nostro amore stiamo qua messi qua ad aspettare la sera…

VINICIO CAPOSSELA

-una giornata senza pretese-

Solare Giornata

 

 

 

"Legge eterna nell’amore e’ che due esseri debbano sentirsi come venuti al mondo l’uno per l’altro solo nel primo istante in cui hanno cominciato ad amarsi."

(S. Kierkegaard )

Navigazione articolo