_Un posto chiamato Quì

C'è solo una cosa più frustrante del non riuscire a trovare qualcuno, ed è non essere trovati. La cosa che vorrei di più è che qualcuno mi trovasse… [Un posto chiamato qui, Cecelia Ahern

Archivi per il mese di “dicembre, 2008”

BUON 2009*

.trentuno.gennaio.duemilaotto.

Quando la pazzia non finisce al 31 Dicembre,ma continua imperterrita..
si scrive un secondo post.
Il motivo:Un resoconto dell’anno che sta per andar via;un augurio per me
perchè sia l’anno della svolta anche per ognuno di voi.
Vediamo un pò..
Anche quest’anno non è stato un anno facile (..e quando mai??).
Ma di sicuro uno tra quelli che si DEVE necessariamente ricordare.
Il 2008 ha sconvolto particolarmente la mia giovane vita di 22 enne.
E non si scherza.
Ok,per prima cosa,non sono cambiata.Ci sono cose in me che non vanno.
Ma ogni cosa alla volta,altrimenti ci confondiamo.
E’ stato l’anno di svolta da ogni pensiero negativo su me e sugli altri.
La svolta è stata TRALASCIARE persone di cui mi ero circondata:
poco sincere,molto ambigue.
Ho definitivamente rotto con qualcuno che mi ha fatto troppo soffrire.
In silenzio.Lo so.
Sono molto orgogliosa in questo.
Non mi piace stare al centro dell’attenzione,soprattutto,in certe questioni.
Ho imparato a volermi bene,a conoscermi,a dirmi che,nonostante tutto,la gente
non è SOLO falsa e strana.Ma che i miei limiti ce li ho.
Ci sono esseri in questa terra che è impossibile capire,decifrare i loro pensieri,capire
che cazzo vogliono dalla vita,sicchè volendomi bene e acquisendo che non tutto
l’essere umano è dotato di qualità alte di intelligenza,che una buona percentuale (70%)
di salute mentale ancora resiste,ho gettato di buon grado la spugna.
Ho voluto fare l’eroina,la SuperL.
Ma non ci sono riuscita.Non ho poteri magici.
In generale,posso dire che sono veramente contenta di aver fanculizzato qualcuno.
Certo,il problema resta:
perchè gente di merda entra nella mia vita?
La risposta c’è,e sempre ci sarà. Ed è il RADAR.
Oltre a questo, quest’anno è stata la mia svolta anche
per le persone che ho conosciuto,ho ritrovato,e che mi sono mancate.
Ho imparato che,quando qualcosa è forte,sincero… quando il legame fra due persone è forte,
quando ciò che le tiene unite è un filo impercettibile che difficilmente si recide,è inutile:è AMICIZIA.
Quando ci sono note che descrivono un’amicizia,nata tra i banchi di scuola.Quando nonostante
la lontananza,i litigi,anzi l’unico litigio,ti fa arrabbiare e ti fa desiderare che tutto possa
tornare come prima,anzi meglio di prima.
Quando"le cose che vivi" le vuoi condividere con qualcuno.
Quando"In qualunque posto sarai,in qualunque posto sarò,
Tra le cose che vivi io per sempre vivrò.
In qualunque posto sarai, ci ritroveremo vicino,
Stretti l’uno nell’altro, Oltre il destino."
Quando vuoi bene qualcuno e ti disperi che soffra.
Anche in silenzio.
Io tanto me ne accorgo.
Quando un sorriso può alleviare sofferenze,e periodi pesanti e lunghi.
Che sembrano interminabili.Ma ci vuole un momento in cui bisogna
seminare coraggio.E chi ce l’ha?
Una cosa è certa. Abbiamo bisogno di qualcuno per contaggiarci di vita,
di speranza,di coraggio,appunto!
Io di sorrisi ne ho. Nonostante tutto.
Quello non lo voglio perdere.
E’ stato l’anno più bello.
Anche se dico che non è andato come volevo.
Ma io credo che è andato come forse era scritto.
L’anno più bello perchè mi ha portato due bellissimi nipotini.
Due nipotini che sorridono e ridono sempre.
E sono felice quando lo fanno.
Mi hanno fatto emozionare,piangere di gioia.
E mi emoziono ancora quando li guardo crescere e
ricordare quanto fossero piccoli quando nacquero.
Tranne la più piccola. Eheheheh
Beh,che dire sono la zia più contenta e soddisfatta.
E rincoglionita.
E’ stato l’anno delle sconfitte.Lo devo ammettere.
Ma di esperienze comunque.
Per il nuovo anno.Il 2009.
Mi porto dietro solo ciò che di buono il 2008 mi ha dato.
Lascio fuori le delusioni,lascio fuori quelle persone che non
voglio portare con me.
Vorrei ripartire dai sorrisi, dalle belle emozioni, dalla voglia di crescere ancora.
Iniziare quest’anno nuovo con le persone che amo.
BUON ANNO 2009:DA FAVOLA PER TUTTI!

Tanti.Sorrisi.Per.L’Anno.Che.Verrà.

 
 
Oggi è .trentadicembreduemilaotto.
 
    ———————————–
 
Per chi credeva che l’amore fosse prendere e scappare
Per chi ancora d’ora in poi ci crederà
Per chi credeva che concedersi significa essere forti
dico no, niente affatto
Perché chi fugge non sarà per niente un vero vincitore
vince solo chi non si nasconderà.
Mimetizzare il [proprio amore] può soltanto fare male
quindi non va mai fatto.
 

 ti sei chiesto ma perché capita che
farsi male è più facile che darsi un bacio?
 
 
Per chi si crede di esser forte perché in grado di ferire
dico no, niente affatto.
Per chi continua a farsi male non amandosi abbastanza
come [te], ma forse anche come [me].
Guardo negli occhi il nemico mio peggiore
e non lascio che mi guidi il rancore.
Uno:guardo avanti sempre e non mi arrendo
Due: se ti dico tu sei il top sto mentendo

  T.Ferro

————————————————

Buon Anno 2009 sia per me sia per voi!

Thinking.

 
 

MancaPocoANatale

 

~SonoDiversaSonoNuova,maLeNOTEancoraMiAppartengonoDiceGiorgia

Distrattamente Guardo il Cielo
e Cerco Te~

 

.. ed io sarò una Regina, sarò l’estate e la nebbia di mattina..
sarò il tuo miele, sarò le tue vene…
e per questo ti chiedo…..
AMAMI
 

una foglia in mezzo a questo vento~

..Bisogna ricominciare a dare un [ senso ] alle parole..
e a non cadere in illusioni che ci fanno male..
bisosgna ricominciare a essere persone
e smettere di far finta che va tutto bene..

 
 

Il cuore è pieno di lacrime rotte..

 

97;8:

 

Giorgia ©

C’eraUnaVoltaEoraC’è..CheViSembrava!!

 

"Lei è schiva, silenziosa, con ferite antiche.
Devi [amarla] con attenzione, può diventare fredda e dura come un rospo di gesso,
può chiudersi in se stessa come una chiocciola offesa."

 

 

.Eravamo una cosa sola, tanto che nessuno potrà stare con te senza avere anche un po’ di me.

 

.L’amore non è una fregatura, Toba.
L’amore è un limite e ci misura.
 
 
 
 

Perché i sogni non sono spezzati quaggiù, zoppicano soltanto, dice una canzone di Tom Waits ed era vero.La mia anima zoppicava ma era ancora in grado di farsi un altro giro..

 
 
 
 
 
 
[C’era una volta l’amore ma ho dovuto ammazzarlo, Efraim Medina Reyes]
 
 

QuelVentoSeiTu*

Qualche volta il destino assomiglia a una tempesta di sabbia che muta incessantemente la direzione del percorso.
Per evitarlo cambi l’andatura. E il vento cambia andatura, per seguirti meglio.
Tu allora cambi di nuovo, e subito di nuovo il vento cambia per adattarsi al tuo passo.
Perchè quel vento non è qualcosa che è arrivato da lontano, indipendente da te.
E’ qualcosa che hai dentro. QUEL VENTO SEI TU.
Perciò l’unica cosa che puoi fare è entrarci, in quel vento, camminando dritto, e chiudendo forte gli occhi per non far entrare la sabbia.
Attraversarlo, un passo dopo l’altro.
 
Kafka sulla spiaggia – Haruki Murakami
 

 

29*

SUSSURRATOdalCUORE*

°Perchè dobbiamo ascoltare il cuore?
domandò il giovane all’alchimista
*Perchè dovunque esso sarà, lì troverà il suo tesoro
rispose
°Il mio cuore è inquieto sogna, si commuove
ed è innamorato di una donna
mi chiede tante cose e spesso
durante la notte, non mi lascia dormire quando penso a lei
*Bene..il tuo cuore è vivo..continua ad ascoltare cos’ha da dirti
[NESSUNO RIESCE A SFUGGIRE AL PROPRIO CUORE.
QUINDI E’ MEGLIO ASCOLTARE CIO’ CHE DICE.
PERCHE’ NON SI ABBATTA MAI QUEL COLPO CHE NON TI ASPETTI]
*I cuori degli uomini sono così:
hanno paura di realizzare i sogni più grandi,
perchè pensano di non meritarlo!
o di non riuscire a raggiungerli.
noi, i cuori,
siamo terrorizzati al solo pensiero di amori
che sono finiti per sempre
di momenti che avrebbero potuto essere belli
ma non lo sono stati
di tesori che avrebbero potuto essere scoperti
e sono rimasti per sempre nella sabbia.
perchè, quando ciò accade, noi ne soffriamo intensamente.
°Il mio cuore ha paura di Soffrire…
*Digli che la paura di soffrire è assai peggiore della stessa sofferenza
e che nessun cuore ha mai provato sofferenza
quando ha inseguito i propri sogni..

LetItSnows

 
 
"Ho sempre pensato al Natale come ad un bel momento. Un momento gentile, caritatevole, piacevole e dedicato al perdono.
L’unico momento che conosco, nel lungo anno,
 in cui gli uomini e le donne sembrano aprire consensualmente e liberamente i loro cuori, solitamente chiusi."

 

C. Dickens ]

 

… e non ci resta che sperare …

 
Mi fermerò* senza dubbio, stupito.
 Se mai ci ritroveremo in una vita futura, nel cammino
e alla luce di un’altro mondo lontano.
Capirò che i tuoi occhi, simili alle stelle dell’alba,
sono appartenuti a questo cielo notturno e
dimenticato d’una vita passata.
Sì, comprenderò* che la magia del tuo viso,
è pronta ancora al balenare appassionato del mio sguardo,
 in un incontro immemorabile e che al mio amore
tu davi un mistero* di cui non conosci più l’origine.
 

‘ ‘ Petali sulle ceneri ‘ ‘ – Rabindranath Tagore.

 

Sono stanchissima..

… non ci resta che sperare…

Navigazione articolo